Week End in tenda

Nella mia Valle sono numerosi i luoghi nei quali d’estate si può pernottare in tenda.

Prati infiniti, verdi montagne, ambienti da togliere il fiato ma, questa volta, vi porto in un altro luogo anche se poco distante la mia Valle.

In questo periodo, guardare queste foto calde e estive, mi fa venire malinconia!

Siamo ad una trentina di km dalla città di Imperia, fa ovviamente un gran caldo e qui, posso dire di aver visto uno dei cieli notturni più belli ch’io abbia mai osservato.

Quella notte, in tenda, ho potuto godermi tutte le costellazioni del firmamento.

Siamo ad Armo, “marito” montano probabilmente della più marinara Arma ma, i suoi abitanti, per distinguersi dagli armesi vengono chiamati armensi.

Siamo a quasi 600 m d’altitudine e, l’aria, nonostante vi stia portando in quel che era il periodo di agosto, è fresca e ti obbliga al golfino.

Armo è un piccolo paesello di circa 120 anime. Come Comune si dice sia il meno abitato di tutta la mia provincia.

Esso si trova ai piedi del monte Rocca delle Penne e la sua economia è basata maggiormente sulle coltivazioni d’Ulivo che permettono un ottimo olio, la vendita di funghi trovati nei dintorni e la produzione di latte ottenuto dall’allevamento del bestiame.

Dove sono stata io in campeggio, non c’era nulla di tutto questo.

Il mio campeggio è avvenuto in un luogo dove solo qualche Pino ci circondava ma, per il resto, si vedevano solo prati di un verde chiarissimo e l’unica costruzione era una splendida chiesetta solitaria su un’altura.

Nulla a che vedere con la grande chiesa nel centro del paese dedicata alla Natività di Maria del XVI secolo.

Lo stemma di Armo è suddiviso in quattro quadrati, ognuno contenente un simbolo del paese: la A del nome, la campana dorata, due ricci di Castagno e un grappolo d’Uva color porpora.

Anche in questo caso si parla di un nome che deriva dalle stesse origini del paese di Arma. Equivale a dire che, anch’esso, deriva dall’antico Barma o Balma che significa roccia, grotta; non è da meno infatti nei ritrovamenti di cimeli e documentazioni inerenti alla preistoria.

Anche a livello storico questo borgo non scherza e una lunga vita ha questa fontanella che troviamo poco distante da noi. Nonostante sia stato rifatto il suo perimetro recentemente e sia stata abbellita la sua fonte, essa sgorga direttamente da una roccia accanto ad un casone per attrezzi e animali.

Nel 1233 questo paese si unì ad altri per la costruzione del più giovane Pieve di Teco al quale venne poi aggregato nel 1928 e, come toccò alla maggior parte di questi Comuni, venne governato dalla Repubblica di Genova per parecchio tempo.

Siamo nella Alta Valle Arroscia e famose sono le vecchie battaglie che Armo combatteva contro i Comuni Cuneesi, come Caprabruna, alla conquista e per le divisione dei pascoli, essendo vicino al confine con il Piemonte.

La pace e la tranquillità che si assaporano ad Armo sono indescrivibili. Se si vuole staccare dalla frenetica vita cittadina non c’è altro di meglio e il panorama che regala è meraviglioso, da godere con gli occhi.

Non vi ho postato foto del paese in quanto l’ho solo visitato di sfuggita, ho preferito godermi il suo silenzio intorno, per due giorni, che mi ha davvero riportato freschezza e vitalità a contatto della sua natura.

Questa volta il paesaggio. Il paese invece, la prossima volta.

Ora però, devo tornare nel freddo invernale che ci circonda e abbandonare questi caldi ricordi. Piacevoli però. Felice di averli vissuti.

Uno squit tutto per voi Pigmy.

M.

9 pensieri su “Week End in tenda

    • Oh, allora sarai uno scaldotto vivente! Io invece lo patisco, ho sempre le zampine fredde! Riguardo Nocciola non sei assolutamente ripetitivo, i commenti, quelli belli, fanno sempre piacere, dillo quante volte vuoi! Era davvero bella. Ma intendi quella dove ho la maglia viola giusto? Se è quella, sappi che in realtà non stà dormendo, quello è il suo sguardo di quando puntava una ignara preda. Visto che muso incazzoso e che sguardo che scruta? Un abbraccio Chagall.

  1. Ah, che meraviglia!Questo posticino mi piace tanto e non lo conoscevo…eh, ora con questo freddo vedere il sole d’estate fa un po’ nostalgia! Adesso aspetto il post sul paesino, dopo quello sul paesaggio…e riguardo alla foto anche se ti si vede solo di spalle…sei esattamente come ti immaginavo 🙂
    Baci!

    • Non me lo dire Miss…..davvero m’immaginavi così? E’ inutile, tra noi c’è un feeling, punto e basta. Il posto è davvero carino e pacifico. Annota, annota che ti porterò a vedere anche quello e ti posterò il paesaggio! Uno stritolante abbraccio.

  2. Bellissimo racconto!

    Io quella zona la conosco molto bene! io vivo in Valle Arroscia e giro spessissimo queste bellissime zone con la mia Mtb!

    Nonostante conosca a menadito Armo,mi voglio industriare per passare la notte lassu’,in tenda,in modo da iniziare le prime pedalate,con le magnifiche albe che ci sono quassu’!

    La chiesetta e’ quella di San Bernardo D’Armo! 🙂

    • Ciao Andre! Scusa il ritardo con il quale rispondo ma ho avuto un pò di problemini. Sono posti meravigliosi questi che possiamo frequentare e ti ringrazio per i complimenti. Grazie anche per il nome della chiesa! Un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...