Le golose Patate Duchessa

Forse le sapete fare in tanti ma io, non le avevo mai fatte, ho provato, et voilà, ecco il risultato!

E che dire…. da leccarsi i baffi cari topini! Buonissime.

Ora, vi spiego ovviamente come ho proceduto. Devo subito dirvi che la ricetta non è per nulla difficile ma credetemi che farete un figurone in quanto, si sa, le patate sono verdure che piacciono a tutti e in qualunque modo.

Allora: pelo le patate e le taglio a pezzi abbastanza grandi, poi, le faccio bollire in acqua salata.

Quando sono belle cotte, le colo e le metto ad asciugare in una teglia, in forno, a 160°.

Non staranno molto, le leverò quando non le vedo più umide.

A questo punto le passo o le schiaccio per fare una specie di purè.

Attenzione a non lasciare pezzi grandi di patata che poi v’intralceranno il lavoro.

Una volta ottenuta questa solida crema aggiungo: sale, pepe, noce moscata, formaggio grattugiato e rosso d’uovo.

Calcolate un tuorlo ogni 3-4 patate di grandezza media.

Mischio bene il tutto e lo infilo nel sac a poche.

In una teglia imburrata e infarinata farò così le mie formine. Vi consiglio ne’ troppo grandi, ne’ troppo piccole.

Con la zampetta bagnata, tocco la punta dei ciuffetti delle forme che ho realizzato e, non contenta, li spennello con ancora del rosso d’uovo. Bello! Sembra di essere un pittore.

A questo punto metto in forno, questa volta a 180°, sopra e sotto, e le lascio stare fino a che le vedo gonfie e dorate.

Le lascio raffreddare leggermente, altrimenti dentro sono ustionanti e le servo ai miei amici che mi riempiono di complimenti. Contenti? Riconosco che non è una ricetta originale ma sono sicura che molti di voi non hanno mai pensato ad usarla come ottimo antipasto ad esempio. Un abbraccio Pigmy.

M.

6 pensieri su “Le golose Patate Duchessa

  1. Ecco, io torno da una latitanza vergognosa e che mi trovo? QUESTE DELIZIEEE!!!! Ommaminasanta, svengo! Poi io adoro tutto ciò che è fatto con le patate! A cominciare dal purè… ci vado matta, matta! Ehm… cof, cof, ora mi ripiglio sì. bravissima Pigmy, non appena mi riprendo anche dai bagordi natalizi, mi fiondo sulla tua ricetta. ci metterò una vita e ottanta chili di patate prima di raggiungere i tuoi risultati ma posso farcela, bwaaahahah!!!
    Tesora, scherzi a parte: ti ringrazio per essere passata comunque da me a lasciarmi un saluto, nonostante la latitanza lunghissima di questi giorni. Tra parenti vari dall’inizio di dicembre scorso e un po’ di pausa che mi sono presa da internet, sono stata davvero assente. Ora torno volentieri e auguro a te e alla tua famiglia del mulino un buonissimo, felice anno nuovo, di cuore! Che tutti i vostri sogni si realizzino!
    E poi… vedo che c’è un nuovo membro della famigliaaa!!! Ahhhh, ma quel frugoletto micioso? Oddio, è un cucciolo tenerissimo! -*_____*-

    • Ma ciao!!! Ma bentornata! Ti è venuta fame eh? Non sapevo più come fare a farti tornare qua e così ho deciso di prenderti per la gola. Ho tirato fuori le patate dal forno e con il ventilatore ho fatto in modo che il loro profumino ti raggiungesse. Grazie per gli auguri che mi ero già presa dal tuo blog. Il micione che vedi, Nocciola, è uno dei miei tanti cuccioli che sono stati membri del mulino, puoi leggere il suo post se ti va. Ti accorgerai che era pacioccosa ma con il suo bel caratterino. Per l’assenza non preoccuparti, i blog devono essere sani passatempi e non vincoli. Passa quando vuoi, sarai sempre la strabenvenuta qui nella mia valle! Un forte abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...