Il miraggio di Fata Morgana

Monte Ceppo, Valle Argentina, ore 16:30.

C’era una volta, tantissimi anni fa, qui nella mia Valle, una fata. Era una bellissima fata dai capelli lunghi e corvini, e dalle labbra rosse come i petali di una rosa.

635136_XX87SUKGR11CMA5SQIR4P6LI57H22V_fate-e-cavalieri-03_H185653_L

E questa splendida fata ballava, ballava. Passava le sue ore a danzare nel bosco, attendendo invano il principe della sua vita. La sua, era una danza malinconica; nessuno desiderava entrare in quella foresta scura. Nessun cavaliere, nessuna aitante guardia. Non c’era nulla di affascinante ad attrarre. Niente di particolarmente seducente nell’antro ombroso di quel suo nascondiglio. E allora la fata, che si chiamava Morgana, stanca di rimanere sola, decise di trarre con l’inganno un uomo accanto a lei. E, da quel giorno, iniziò a costruire la sua trappola, la quale, doveva assolutamente funzionare“.

Molte volte vi ho portato qui, in questo particolare angolo di mondo. La luce, la foschia, le nubi. Qui c’è la magia. Il sapore agrodolce della terra che entra nelle narici e si appoggia sulla lingua e una stranaA_7f76baa10d umidità che penetra nei vestiti.

La penombra dei Larici, il verde dell’erba perenne e il grigiore del cielo e della nebbia intorno a noi. S’innalzano e ci avvolgono il rosa e poi l’azzurro, e poi il fresco e l’aria che fa socchiudere le palpebre. Gli occhi lacrimano. Il clima?2012-11-16 17.04.29 Lo stupore? Chissà.

Utilizzo per descrivervi questo spettacolo, l’immagine che sanremonews ha dedicato a un mio articolo, (un caro regalo, che un giorno vi mostrerò) e una splendida foto che già conoscete, della mia amica Mirial (del blog: Sogni di una notte di Luna Piena).

E sapete di quale spettacolo vi sto parlando? Di quello chiamato – Il Miraggio di Fata Morgana -. Un nome magico come lui.

Conoscete tutti questo miraggio? E’ un miraggio particolare. Prende il nome dalla celtica fata che attirava a se marinai e guerrieri, un po’ come le sirene cercarono di fare con Ulisse.

Morgana (che a me invece piace credere amica di Merlino), riusciva a far vedere, ai malcapitati, luoghi inesistenti ma attraenti e condurli così a morte certa, attirandoli nella sua trappola, nella quale si perdevano senza via d’uscita.

Questo è il fenomeno. Si vedono cose che non esistono ma che sembrano vere e potete credermi! Io non so bene spiegarvi cosa accade scientificamente, ma so che è un insieme di curvature di luci, atmosfera e temperatura caldo/freddo a realizzarlo. E da qui, dal Monte Ceppo, a 1600 mt s.l.m., da dove si possono guardare i monti ma anche il mare, è facile, nel pomeriggio o all’alba (dipende dalla stagione), poter ammirare città che in realtà non ci sono di certo o vedere una Corsica, in quel momento invisibile, o troppo alta e troppo vicina per essere davvero lei! Oppure il mare, proprio lì, a due passi.

Insomma, se ne sentono di tutti i tipi e se ne vedono di tutti i colori. Quelli che hanno visto questo fenomeno, ne raccontano di ogni… Andando alla ricerca di questo miraggio, per potervelo spiegare meglio, ahimè invano, mi sono imbattuta in Wikipedia e ho scoperto che è molto frequente nello Stretto di Messina. Studiato quindi anche nelle terre vicine a noi, mantiene il nome di – Fata Morgana – anche all’estero. Se siete bravi scienziati, o fisici in gamba, questa enciclopedia virtuale vi potrà spiegare meglio di me in cosa consiste http://it.wikipedia.org/wiki/Fata_morgana_(ottica)

Uno spettacolo unico al mondo. E raro. Vederlo è una vera fortuna anche se ci sono luoghi in cui è più comune. Quello che usiamo fare noi della Valle Argentina, avvistato l’incredibile miraggio, è esprimere un desiderio. Siamo completamente circondati dalla natura più viva e, in quel momento, è bellissimo sognare. Palcoscenico suggestivo ed emozionante.

E voi, l’avete mai visto? Vivete anche voi in un luogo così incantato che offre certe visioni?

la prima foto è di forumalfemminile.com.

M.

18 pensieri su “Il miraggio di Fata Morgana

  1. Qualcosa di simile mi è accaduto in Puglia quando ho creduto di scorgere le coste dell’Albania da Margherita di Savoia: in effetti il riflesso che ho osservato poteva essere quello, ma non così nitido come appariva a me.
    Lasciamo perdere, poi, quelli che ogni domenica mattina dicono di aver visto la Corsica dalle alture del Righi, qui a Genova: teoricamente è possibile, ma data la frequenza degli avvistamenti qualcosa non quadra.
    L’importante, secondo me, è lasciarsi comunque trasportare dalle sensazioni e chiudere per un pò la porta alla razionalità, perché per quanto evoluti siamo animali anche noi, ma troppo spesso lo dimentichiamo o trascuriamo questa parte importante di noi stessi.
    Fabio – Zeneize since 1965. Quande i euggi se imbarlugan…

    • Quande i euggi se imbarlugan….. Aaaaaah!!!! 😀 Che ridere!!!! 😀 No, scusa Fabio, stavi facendo un discorso serio lo riconosco, ma ogni giorno mi metti ‘ste firme che sono una più spettacolare dell’altra. Sei mitico, veramente. “Imbarlugan” non lo sentivo dire dall’82 dal cognato di mio nonno. Sei fantastico. Comunque, parlando di cose serie: la Corsica da noi si può vedere all’alba ma non tutte le mattine, dipende, come dici tu da un riflesso particolare e una giusta nitidezza. Riguardo la Puglia invece, penso che possa essere un buon punto per il miraggio di Fata Morgana, come no. E’ bellissimo vero? Se poi guardi anche col cuore… meraviglioso! Bacioni.

      • Visto il grande successo riscosso dall’argomento-dialetti, mi piacerebbe d’ora in poi firmare i commenti ai tuoi post in genovese, aggiungendo la traduzione per i nostri amici di altre regioni.
        Vediamo se ci riesco, per ora ci metto tutta la buona intenzione!

  2. Che strano fenomeno! Mi piacerebbe vederlo ma devo stare attenta perché mi risulta che ci siamo dei legami oscuri tra noi. Morgana era rivale di Merlino ed io, sai, l’ho sedotto e imprigionato…non so come l’ha presa 🙂 tra noi creature fatate tutto è complicato… E stavolta mi firmo come si deve, Viviana la dama del lago

    • No Stravy…. ehm, pardon Viviana, adesso questa me la spieghi… 😀 Sei una creatura incantata???!!! Wow!!! Ma è una cosa meravigliosa!!!! Dai racconta, saresti una rivale di Morgana, o una complice di lei contro Merlino? 🙂

      • Porto immodestamente il nome di colei che fece innamorare Merlino, si fece istruire nell’arte degli incantesimi e per tenerlo incatenato a sè lo imprigionò. Siete tutti avvisati, sia mai che qualche potere si trasmetta…:D

    • Ma daiiiii!!!! Ma che notizia sensazionale!!! Ho sempre adorato Morgana e sono sempre stata ritenuta una mezza strega…. siamo parenti!!!! O… o forse antagoniste? Vabbè, vabbè senti, ho sempre avuto un debole per Merlino… mi puoi perdonare? 😀 Comunque, d’ora in poi, se già prima ti rispettavo al massimo, ora ancora di più, non vorrei mai qualche fulminata da lontano! 😀

  3. La Corsica si vede anche da qui in certe mattinate terse dalle alture e non è un miraggio ma uno spettacolo!
    Che fenomeno interessante però!
    E che sorpresa la nostra Viv, la dama del lago…

    • Purtroppo Miss, secondo in che punto la si vede, è solo un suo riflesso, un miraggio… E’ reale soltanto quando la si vede all’orizzonte, sul mare, dove in effetti è. Sulle alture di Genova non penso ci sia la Fata Morgana invece qui da noi c’è, così come c’è anche la realtà ovviamente. Si, è un fenomeno spettacolare, che lascia a bocca aperta. Indescrivibile.

      • E per l’appunto proprio di recente una blogger che abita a Diano Marina e qualcuno che non conosco ma che scriveva da Genova hanno postato delle foto dell’orizzonte con la Corsica su twitter, peccato che tu non ci venga più, è un bel posticino.

    • Si, ora ho capito. Pensavo tu non avessi capito invece non avevo capito io 😀 Comunque, si, la vera Corsica, quella sul mare, la vedo molto spesso al mattino e anch’io ho fatto delle belle foto…, che colori vedessi, fantastici… e vederla in compagnia del mio amato cagnone non ha prezzo… Poi pensa, da dove vivo io, si vede la Corsica e anche le Porquerolles spesso arancioni incendiate dal sole, quindi, immagina lo spettacolo. Su twitter non vengo più perchè non sapendolo usare è per me una perdita di tempo più che un divertimento e tempo ne ho sempre poco. Sento che tutti si divertono molto ma io sono veramente imbranata. Inoltre, mi pare di capire che dovresti , in teoria, usarlo con il cell, tipo se sei fuori ma io non penso che il mio telefono sia dotato di una cosa simile! Sigh!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...