Charles Baudelaire, protagonista di diversi incontri

L’aurora tremante in veste rosea e verdeSONY DSC

avanzava lentamente sulla Senna deserta

e la fosca Parigi, stropicciandosi gli occhi,

impugnava i suoi attrezzi, vegliarda laboriosa.

Parigi 2012SONY DSC

Cimitero di Montparnasse, 14° arrondissement. Mi soffermo davanti alla sua tomba. Lo hanno stranamente messo insieme al detestato patrigno, il Generale Aupick e la madre, amata e odiata, Caroline Archimbaut-Dufays. Lo hanno messo qui, nel 1867, dopo una breve vita da incompreso, secondo il suo pensiero, genio e sregolatezza, masochismo e dannazione. E’ nello stesso Camposanto che accoglie i filosofi e scrittori Jean Paul Sartre e la compagna di vita Simone De Beauvoir dei quali potete vedere la lapideSONY DSC nell’immagine qui a fianco; una lapide piena di gingilli e bigliettini, ricordi e preghiere. Ed è insieme a tantissimi altri personaggi ricordati e conosciuti come: lo scrittore Guy de Maupassant, l’attore Philippe Noiret, il politico Porfirio Diaz e tanti altri. Charles Baudelaire scrittore, critico e aforista francese è stato un personaggio che mi ha sempre incuriosito. Quel suo essere così bohèmien, SONY DSCquel suo credere a ciò che voleva credere, quel suo bene e quel suo male a lottare instancabilmente l’uno contro l’altro come le lotte in sè stesso. E il bene nel male e il male nel bene. E ora questa lapide, mezza vuota, mal tenuta, con una spolverata di muschio sopra e un mucchio di foglie secche intornoSONY DSC. Qualche biglietto della Metrò, fermato da un sassolino, che i turisti hanno pagato per arrivar sin qui, e qualche cartina di sigaretta come a significare “A te Charles, amico mio… tu si che saresti stato in grado di capirmi”. Par di scorgere questo dagli sguardi degli adolescenti che osservano la tomba senza forse sapere nemmeno, veramente, chi è sepolto li sotto; chi era il loro amico Charles. E questo cenotafio, che sembra un parallelepipedo, è lì, in mezzo agli altri, senza spiccareSONY DSC, senza farsi vedere. Parlo di Baudelaire in quanto, acuto aforista, è stato protagonista più di una volta, dei discorsi tra me e Topomarito. Manco lo amassimo così particolarmente poi. Ricordo anche nel primo incontro. Quella sera ordinai un Gin Tonic e me lo servirono con una apprezzata fetta di limone. Era estate e faceva caldo. – Chi beve solo acqua ha qualcosa da nascondere -, mi disse pronto lui pavoneggiando simpaticamente la sua cultura citando una celebre frase del poeta. Fu anche un modo carino per darmi della persona aperta e sincera. – Il peggior inganno del diavolo è quello di persuaderci che egli non esiste – gli dissSONY DSCi io, qualche tempo dopo, da perspicace moglie, cercando di fargli aprire gli occhi su alcune persone e facendolo ridere. E quando venni qui, in questo boulevard, volli vedere dove stava colui che a noi, ha fatto anche sorridere appunto. Può sembrar strano, lo so, ma è così. E oggi vi ci ho portato anche a voi, anche se immagino cheSONY DSC sicuramente l’avrete già vista dal vero la lapide di Charles Baudelaire, voi che siete più gironzoloni di me. E che impressione vi ha fatto? Un bacetto topini.

Annunci

13 thoughts on “Charles Baudelaire, protagonista di diversi incontri

  1. Purtroppo non ci sono mai stato a Parigi, ma mi ha fatto una bella impressione! E’ straordinario poi il confronto con le tombe più curate degli altri artisti al cimitero di Montparnasse… Io devo ancora visitare il cimitero di Staglieno a Genova, perché è comunque un pezzo d’arte, però non mi ispira molto, preferisco luoghi meno lugubri..: Il cimitero di Montparnasse però lo visiterei di sicuro, credo che sarebbe un’esperienza interessante! Ciao, Buona Domenica!

    • Si, è un’esperienza molto interessante ed è un luogo che non ha nulla di lugubre 🙂 Quello di Staglieno non l’ho mai visto ma dev’essere un’opera d’arte meravigliosa. Insomma te li consiglio tutti e due per i loro pezzi di storia e fascino. Grazie per i tuoi compliemnti. Un abbraccio.

  2. Non sono mai stata a Parigi… quindi apprezzo molto questo tuo post…a me i cimiteri non affascinano particolarmente ma devo ammettere che ci sono delle tombe molto belle, soprattutto quelle degli artisti e di grandi personaggi storici che meritano di esser viste perchè sono proprio delle vere opere d’arte.

    Grazie
    buona domenica
    .marta

  3. Io no! Sono stata a Parigi ma non al famosissimo Père-Lachaise…
    Ciao Pigmy, anche il tuo post di oggi mi conduce tra luoghi densi di letteratura. I pellegrinaggi letterari sono un mio punto fisso e spesso mi conducono a visitare anche i cimiteri. Sul Père-Lachaise ho letto l’anno scorso un saggio di antropologia molto interessante che lo presentava come un’autentica città, con tanto di piazza principale, abitanti e quartieri tipici, tra cui addirittura un quartiere gay!! Misteri dei luoghi…
    Un bacione, Tiptoe

    • E’ bello quando tocchi senza nemmeno saperlo punti che i lettori trovano interessanti e, le tue parole, mi fan venire voglia, ogni giorno di più, di continuare così. Anch’io vengo a volte condotta nei cimiteri a causa dei miei viaggi anche se spesso brevi perchè, come ho sempre detto, le strutture religiose come anche le chiese nascondono tutta la nostra storia. Dolce notte Tip toe.

  4. Per chi ama il genere comunque è sufficente una visitina al cimitero monumentale di San Remo . Non sarà Parigi ma è sicuramente un’esperienza interessante che vi farà scoprire gli antichi fasti di un tempo oramai lontano.

  5. cara topina, le tue parole e queste immagini mi fanno sempre spiccare il volo del pensiero.. quella mattina al cimitero pioveva ma era bello camminare con te.. scrutare da dietro la tua nuca la tua ansia di conoscere e fotografare luoghi e situazioni.. Baudelaire giustamente mi (ci) riporta anche ad una situazione molto più “ludica” ed emozionante..come potrei dimenticare..?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...