I fiorellini Succhia-Succhia

Conoscete il nome di questi fiori? Io no. Nel senso che non riesco a trovare il loro nome scientifico. Posso solo dirvi che mi pare appartengano alla famiglia del Trifoglio.

Noi però, nella Valle Argentina, un nome ce l’abbiamo dato eccome! Li chiamiamo i “succhia-succhia” o “i fiori di Limone”. Se questi nomi vi sembrano strani, ve ne spiego subito il motivo.

Dovete sapere che, fin da bambini, ma anche ora che siamo adulti non ci dispiacciono, li raccogliamo e ne succhiamo letteralmente tutto il gambo. Il loro sapore è dapprima dolciastro per divenire poi aspro come quello del Limone. Ma che buono! Quante scorpacciate di questi fiori topi!

Ovviamente bisogna saperli cogliere nel senso che non è bene mettere in bocca questi fiori se sono nati dove i cagnolini giornalmente possono farci la pipì sopra ma, verso la campagna, nelle zone meno trafficate potete star tranquilli che nessuno li ha contaminati.

Scartate solo la parte del fiore, quella non è particolarmente buona, non sa di niente ma… si può usare per cucinare o decorare i piatti.

Ogni primavera, quando sbocciano, quanti ricordi della mia infanzia topini. E voi? Anche voi li conoscete? Anche voi avete un fiore particolarmente buono da assaggiare? E si, noi topini mangiamo davvero di tutto.

Tra l’altro, nei miei luoghi, di questo particolare fiore, così giallo vivo, ce ne sono distese intere e infinite. Nasce ovunque, addirittura nei vasi delle piante sui terrazzi, ma non si trova ad elevate altitudini.

E’ un periodo, questo della Primavera, nel quale di certo non moriremo di fame!

Questo vivace fiore inoltre è anche molto bello. Propone delicatezza e, il colore caldo dei suoi petali, spicca sulla tinta verde acido dello stelo.

Che altro dirvi topi, buona scorpacciata! E se per caso trovate il loro vero nome fatemelo sapere, grazie mille, la vostra Pigmy.

P.S.= Con il tempo ho imparato che questo fiore si chiama Acetosella Gialla e il merito è anche vostro miei affezionati lettori! Grazie!

M.